In Svizzera si può sparare ai gatti? PDF Stampa E-mail
Scritto da ventus85   
Giovedì 01 Settembre 2011 20:43

Nei giorni scorsi il Corriere della Sera ha titolato proprio così un articolo: "Svizzera, animalisti sconfitti: legittimo sparare ai gatti".

Sono dei titoli che fanno sembrare che sia permesso, per lo meno in Svizzera, prendere a fucilate il micio della vicina senza commettere reato, ma le cose stanno un po' diversamente, vediamo come.

La legge la trovate a questo link. E' in vigore già da tempo e consente la caccia soltanto al “gatto domestico inselvatichito”, non ai gatti domestici in generale.

Per quanto possa sembrare una pratica barbara, secondo le autorità locali i gatti domestici inselvatichiti possono mettere a repentaglio, tramite le ibridazioni, l'esistenza dei gatti selvatici veri e propri. Scrive infatti l'Ufficio federale dell'ambiente: 

I gatti selvatici non sono gatti domestici inselvatichiti, ma due sottospecie distinte. Il gatto selvatico è una specie europea, mentre quello domestico discende dal gatto selvatico asiatico o africano. Nonostante vivano fianco a fianco da secoli, in seguito all'estensione delle aree insediative i gatti selvatici entrano più sovente in contatto con i gatti domestici in libertà e, in parte, anche inselvatichiti. L'incrocio di queste due specie (ibridazione) può far nascere degli esemplari (ibridi) capaci di procreare. L'ibridazione con il gatto domestico rischia di provocare la graduale scomparsa genetica del gatto selvatico. 

Per loro si tratta di decidere se si vuole tutelare o no una rara specie di gatto dall'invasione di un'altra, e se sì, come procedere. Alternative come privilegiare le campagne di sensibilizzazione e sterilizzazione vengono considerate costose.

Erano state anche raccolte più di 13 mila firme per bloccare la caccia ma invano.

 

Fonti:

Corriere della sera 

http://attivissimo.blogspot.com

Il messaggero

 

 

 
banner